Samsung Smart School

L'istruzione consente a tutti di fare qualunque cosa

La tecnologia Samsung contribuisce a creare le aule del futuro, dove tutti possono apprendere qualunque cosa. Nelle aule future tutti possono coltivare la loro passione per la conoscenza grazie all'apprendimento basato sulla tecnologia, che consente di superare tutti i limiti fisici. Samsung immagina un futuro dell'istruzione in cui anche gli studenti che vivono in aree rurali, remote e isolate possano interagire con altri studenti ed esperti in vari campi, ovunque nel mondo, per migliorare l'apprendimento, in modo che anche gli allievi con problemi di sviluppo possano imparare a ottimizzare le loro capacità attraverso una formazione personalizzata e l'uso di dispositivi digitali.

La tecnologia riduce il gap formativo

A partire dal 2012, Samsung Smart School sostiene le scuole delle aree rurali e remote prive di risorse didattiche digitali. Dal 2016 il programma ha raggiunto diversi istituti didattici, incluse cliniche universitarie, scuole multiculturali e scuole speciali. Samsung Smart School fornisce agli istituti selezionati dispositivi intelligenti, modelli didattici moderni e personalizzati e soluzioni tecnologiche all'avanguardia, per iniziare un percorso di cambiamento reale nell'apprendimento in classe. Sono ormai numerose le realtà in cui Smart School ha determinato cambiamenti tangibili.

Una piccola scuola a rischio di chiusura, con appena cinque allievi, collocata in un'area remota e isolata, è stata trasformata in un centro d'istruzione in città, con un aumento del numero degli iscritti e un netto miglioramento del rendimento degli studenti.

Alcuni studenti con difficoltà di sviluppo, che non riuscivano a prendere un autobus senza aiuto, imparano ora a spostarsi in autobus grazie alla simulazione in realtà virtuale. Presto saranno in grado di prendere un autobus e recarsi a scuola da soli.

Una scuola in Corea del Sud, in prossimità della zona demilitarizzata tra le due Coree, è isolata da altre città e centri commerciali. Anche quest'area è stata raggiunta dal programma Samsung Smart School, che ha consentito agli studenti di interagire con gli allievi di altri paesi tramite dispositivi digitali e l'apprendimento basato sulla tecnologia, aiutandoli a scoprire le loro passioni e indirizzandoli nella ricerca del futuro lavoro dei loro sogni.

Un impegno continuo per il cambiamento

L'istruzione deve essere equamente accessibile a tutti. Negli ultimi dieci anni, Samsung Electronics ha lavorato con impegno per migliorare e rinnovare ambienti didattici in varie parti del mondo, pensando al futuro. Samsung Smart School è un modello di istruzione del futuro che consente l'accesso tramite la tecnologia digitale, aiutando i ragazzi ad esprimere la loro creatività e a sviluppare la capacità di prendere iniziative, in un futuro che si prospetta particolarmente complesso e imprevedibile.

Studenti e insegnanti costruiscono insieme un'aula del futuro

Per la creazione di un'esperienza positiva in aula, gli studenti e gli insegnanti hanno la stessa importanza. Samsung Smart School dirige il programma "EduHack" per aiutare le scuole a superare le difficoltà causate dalla mancanza di risorse e a trovare soluzioni, fornendo agli insegnanti risorse didattiche professionali di qualità, affinché possano svolgere il loro lavoro nella maniera più efficace. È stato anche istituito un premio, il Samsung Future Teacher Award, per gli insegnanti particolarmente impegnati nel rinnovamento dell'istruzione.

Numero globale cumulativo di
studenti per paese
4,131,285
(Criteri cumulativi di stima 2020)
"Come possiamo insegnare a persone con difficoltà di sviluppo a ottenere un buon lavoro e vivere in maniera autonoma?" BEAR.BETTER ha cercato di rispondere tramite Samsung Smart School.

BEAR.BETTER è un'azienda che assume persone con problemi di sviluppo. È un'impresa sociale che aiuta le persone con svantaggi, ma desiderose di imparare e crescere, a sviluppare competenze lavorative. Circa 240 dipendenti effettuavano consegne ai clienti utilizzando la metropolitana, ma l'azienda ha notato che alcuni di loro avevano difficoltà a servirsi dell'affollato trasporto pubblico. L'azienda, inoltre, desiderava semplificare i ruoli e le responsabilità, affinché i dipendenti potessero lavorare meglio con un'efficace formazione al lavoro. BEAR.BETTER si è quindi rivolta a Samsung Smart School.

Simulazione delle consegne

Samsung Smart School ha ascoltato BEAR.BETTER, e ha sviluppato un'app per la formazione al lavoro. Non esistevano molti esempi e riferimenti per applicazioni che aiutano persone con problemi di sviluppo. I dipendenti volontari di Samsung e il responsabile delle risorse umane di BEAR.BETTER hanno collaborato per tre mesi allo sviluppo di un'app: "VR Delivery Friends".

Formazione delle competenze lavorative tramite la realtà virtuale

La realtà virtuale consente ai dipendenti di ricevere una formazione approfondita e di acquisire dimestichezza con le operazioni da svolgere nella vita reale. La ripetizione dell'apprendimento è essenziale per le persone con difficoltà che desiderano imparare bene il loro lavoro. In precedenza, la formazione poteva essere fornita solo sul luogo e da personale qualificato, per cui era soggetta a limiti di tempo e spazio. La formazione basata sulla realtà virtuale, invece, può essere offerta facilmente senza questi limiti. La soluzione in realtà virtuale sarà condivisa con altri istituti, ad esempio scuole speciali e programmi di formazione al lavoro.
1/3

L’insegnamento vicino al confine nordcoreano

Mi chiamo Jung-min Kim, sono un insegnante della Kunnae Elementary School. La nostra scuola si trova vicino alla Corea del Nord, all'interno di una piccola area cuscinetto che limita l'ingresso alla zona demilitarizzata coreana. Questo luogo è tranquillo e isolato. Non è facile lavorare qui, ma sento la mia professione come una missione. Ci sono solo sei classi con cinque studenti per classe, ma gli alunni sono entusiasti.

Connessione tramite Smart Classroom

Ho sempre provato a incorporare la tecnologia nell'apprendimento, e le Smart Classroom sono una parte essenziale del mio programma didattico. Ricordo perfettamente l'entusiasmo dei miei allievi per le nuove funzioni di Smart School Classroom: Internet ad alta velocità, lavagne elettroniche e computer portatili. In passato, gli allievi non avevano la possibilità di usare dispositivi digitali e conoscere altre parti del mondo. Ora, grazie alle risorse di Smart School, possono viaggiare intorno al mondo online. Naturalmente facciamo delle gite anche nella vita reale. Durante le vacanze invernali di quest'anno andremo al Samsung Innovation Museun a Suwon: non vedono l’ora!

Un punto di partenza verso la pace

Quando gli studenti hanno cominciato a esplorare il mondo tramite le Smart School Classroom, hanno conosciuto meglio anche la Corea del Nord, geograficamente vicina ma lontanissima per altri aspetti. Ora dicono di voler essere un "punto di partenza verso la pace" per la riunificazione della penisola coreana. Smart School li ha aiutati a pensare in grande e a conoscere un mondo più ampio. Come insegnante, intendo fare del mio meglio per sfruttare la tecnologia e l'accesso alle informazioni, continuando a incoraggiare gli allievi ad ampliare i loro orizzonti e scoprire un mondo più vasto.

La cultura antica incontra l'istruzione moderna

Serres è una città della Macedonia, in Grecia, un luogo importante della storia antica. Oggi è il luogo dove Samsung Electronics sta aiutando gli studenti con la tecnologia. Tra questi ci sono anche gli allievi della 13ª scuola primaria, in cui studiano anche 30 profughi, ragazzi e ragazze.

Superare le barriere grazie alla tecnologia

Dal 2015, l'immigrazione in Grecia è aumentata drasticamente a causa della guerra civile siriana in corso. In Grecia sono sbarcate oltre 856.000 persone. I bambini profughi provano a imparare il greco e assimilarsi, ma non è sempre facile. Per aiutare i compagni di classe a superare la barriera linguistica, gli allievi della 13ª scuola primaria di Serres hanno preso un'iniziativa. Nell'ambito di un gara di codifica organizzata da Samsung Electronics Hellas e dal British Council, gli studenti hanno creato un'app, "Help Friend", progettata per valutare le emozioni degli studenti e migliorare il dialogo con il corpo insegnanti. Con gli strumenti di Smart Classroom, gli studenti hanno incorporato funzioni di traduzione in curdo e arabo. In tal modo, hanno favorito il sentimento di accoglienza e la comprensione reciproca tra gli studenti. Inclusione grazie alla tecnologia: compagni di classe profughi in Grecia

Nutrire le menti giovani per un futuro migliore

Collaborando con le amministrazioni locali, le comunità accademiche e le organizzazioni no profit di tutto il mondo, Samsung ha definito vari programmi, tra cui Smart Classroom e Coding Competition in Grecia, che forniscono agli studenti le conoscenze e le competenze necessarie per crescere, dal punto di vista sia personale che professionale. Dall'allestimento di aule digitali nelle comunità locali al coinvolgimento degli studenti nell'apprendimento STEAM pratico, Samsung spera di consentire a tutti di esprimere il proprio potenziale e di lanciare innovazioni che contribuiranno ad affrontare e risolvere i problemi sociali del futuro.